Chi siamo

Il Cavallo Rosa è la prima Associazione di volontari e volontarie  in Italia che combatte la violenza sessuale e gli abusi su donne e minori nello Sport.

Il Cavallo Rosa nasce come movimento nel giugno 2018.
Il 14 marzo 2019 si costituisce come organizzazione di volontariato con l’obiettivo di contrastare gli abusi sessuali nello Sport.

L’organizzazione si avvale della collaborazione di uno staff di avvocati e di psicologi.

L’azione del Cavallo Rosa prende le mosse dall’equitazione, uno sport ad alto rischio per la massiccia presenza di donne e adolescenti. Il fenomeno, tuttavia, è trasversale allo sport.

Vogliamo divulgare, informare, sensibilizzare ma soprattutto agire concretamente. Da un lato presentando gli esposti nelle Procure Federali dall’altro proponendo alcune modifiche al Codice di Giustizia Sportiva del CONI e ai Regolamenti di Giustizia Sportiva delle Federazioni.

La prescrizione – per la giustizia sportiva – e’ di soli quattro anni per tutti gli illeciti disciplinari, otto in caso di alterazione dei risultati di gara. Abbiamo sottoposto al CONI una norma per portare la prescrizione ad almeno dieci stagioni sportive per gli illeciti riconducibili alla violenza sessuale e agli abusi su donne e minori.

Alle Federazioni chiediamo invece di introdurre l’illecito disciplinare legato alla violenza sessuale e agli abusi su donne e minori, prevedendo la radiazione per il responsabile.

Il Cavallo Rosa punta a creare un polo tra le Federazioni Sportive per cambiare le regole e riequilibrarle in favore delle donne e dei bambini che praticano sport per tutelarli da ogni forma di violenza e abuso.

Esistono omertà, indifferenza e complicità che vanno recise.

Un anno di impegno

  • 4 giugno 2018: nascita del movimento del Cavallo Rosa
  • Presentati sei esposti nelle Procure Federali per illeciti disciplinari legati agli abusi e alla violenza sessuale su minori.
  • 24 novembre 2018: partecipazione al Festival delle donne e dei bambini organizzato da WeWorld con la partnership della Lega serie A
  • 28 febbraio 2019: primo talk organizzato dal Cavallo Rosa con il patrocinio del Coni, della Lega serie A, di WeWorld e della Lega femminile Volley
  • 14 marzo 2019: costituzione del Movimento in Associazione di Volontariato
  • 8 aprile 2019: partecipazione al convegno degli avvocati sportivi organizzato a Firenze e a Lucca sulle tematiche dello sport femminile
  • 12 aprile 2019: Corso di formazione per i coach del consorzio Vero Volley tenuto da Paola Pendino, magistrato del Tribunale di Milano, ispiratrice del movimento antiabusi
  • Maggio 2019: lancio dell’iniziativa dei fiocchetti rosa antipedofilia alla quale hanno aderito i tesserati di varie Federazioni dando vita a un flash-mob on line
  • 4 settembre 2019: incontro con Gaetano Micchiche’ e Luigi De Siervo, rispettivamente presidente e amministratore delegato della Lega serie A
  • 19 settembre 2019: incontro con il Presidente della Lega serie B Mauro Balata
  • 4 ottobre: incontro con il Presidente della Fondazione Candido Cannavò Franco Arturi
  • 11 novembre 2019: incontro con lo staff di ‘Io tifo positivo’ nella sede di Comunità Nuova Onlus
  • 16 Novembre 2019: incontro con Richard Mollica, Director dell’Harvard Program in Refugee Trauma (HPRT) del Massachusetts General Hospital e dell’ Harvard Medical School.
  • 24 novembre 2019 : talk del Cavallo Rosa al Festival delle donne e delle bambine organizzato da WeWorld al Teatro Litta di Milano.

Il Cavallo Rosa ha collaborato e collabora con:

  • Fc Internazionale
  • Ac Milan
  • Genoa Football Club
  • Saugella Volley
  • Nazionale Cantanti
  • Ginnastica Artistica
  • Geas Basket
  • WeWorld
  • Saugella Volley
  • Cipm (Centro Italiano per la Promozione della Mediazione) presieduto da Paolo Giulini
  • Anne Kursinski, testimonial di MeToo nello Sport, campionessa olimpica, due volte medaglia d’argento
  • Fondazione Candido Cannavò
  • Start to Talk