Le nostre proposte

Le proposte di modifica dei Regolamenti di Giustizia delle singole Federazioni Sportive e Discipline Sportive Associate e del Codice di Giustizia Sportiva.

Il Cavallo Rosa ODV si fa promotore di iniziative volte a indurre le Federazioni e le Discipline Sportive Associate ad introdurre e prevedere esplicitamente nei singoli Regolamenti di Giustizia Sportiva gli illeciti per violenza sessuale e atti sessuali con minorenni prevedendo quale sanzione la radiazione. E a indurre il CONI, con opportuna modifica del Codice di Giustizia Sportiva, a rivedere il termine per la prescrizione.

Prescrizione degli illeciti riconducibili a violenza sessuale e atti sessuali con minorenne

La proposta de Il Cavallo Rosa ODV è che il CONI introduca nel Codice della Giustizia Sportiva la previsione che il diritto di sanzionare gli illeciti riconducibili a violenza sessuale e ad atti sessuali con minorenne si prescriva entro un termine non inferiore alla decima stagione sportiva successiva a quella in cui è stato commesso l’ultimo atto diretto a realizzare la violazione.

Nel diritto penale il reato si estingue in un termine che è pari al massimo della pena stabilita dalla legge per quel reato: tanto è più grave il reato, maggiore è la misura della pena stabilita e, quindi, anche il termine di prescrizione.

Paradossalmente nella Giustizia sportiva dove il reato di atti sessuali con minorenne viene usualmente sanzionato con la radiazione – che è la sanzione disciplinare più grave – la prescrizione per questo “illecito disciplinare” è <<il termine della quarta stagione sportiva successiva a quella in cui è stato commesso l’ultimo atto diretto a realizzare la violazione>>.

Laddove invece per violazioni (illeciti sportivi) relative alla alterazione dei risultati di gara, competizioni o campionati il termine di prescrizione è pari al doppio (otto stagioni sportive).

Tale paradosso è frutto della mancata considerazione da parte del legislatore sportivo della circostanza che tra gli illeciti disciplinari si sarebbero potuti annoverare anche illeciti penali gravi quali la violenza sessuale e i reati di atti sessuali con minorenne: illeciti per i quali è inammissibile che la prescrizione sia addirittura inferiore a quella statuita per gli illeciti sportivi relativi ad alterazione dei risultati di gara.

Introduzione degli illeciti di violenza sessuale e di atti sessuali con minorenne – Radiazione

La proposta de Il Cavallo Rosa ODV è che le Federazioni Sportive e le Discipline Sportive Associate introducano nel Regolamento di Giustizia gli illeciti disciplinari della violenza sessuale e degli atti sessuali con minori con la previsione della sanzione della radiazione.

Testo degli articoli

Violenza sessuale.
Chiunque, con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità, costringe taluno a compiere o subire atti sessuali è punito con la sanzione della radiazione. Con la stessa sanzione è punito chi induce taluno a compiere o subire atti sessuali abusando delle condizioni di inferiorità fisica o psichica della persona offesa al momento del fatto.

Atti sessuali con minorenne.
E’ punito con la sanzione della radiazione chiunque, al di fuori delle ipotesi di violenza sessuale, compie atti sessuali con persona che al momento del fatto non ha compiuto gli anni quattordici.
Con la stessa sanzione è punita la persona cui, per ragioni di cura, di educazione, di istruzione, di vigilanza o di custodia, il minore è affidato, che con l’abuso dei poteri connessi alla sua posizione, compie atti sessuali con il minore che al momento del fatto non ha compiuto gli anni diciotto. Non è punibile il minorenne che, al di fuori delle ipotesi di violenza sessuale, compie atti sessuali con un minorenne che abbia compiuto gli anni tredici, se la differenza di età tra i soggetti non è superiore a tre anni.